Menu
 
Home Consumatore > Ricerche > Eumetra/NetComm: nel food l’e-commerce ha diversi problemi da superare
Eumetra/NetComm: nel food l’e-commerce ha diversi problemi da superare
06.12.2017
Autore
Luigi Rubinelli Direttore Responsabile
Eumetra Monterosa è una società di ricerche di mercato con diversi ricercatori ex Eurisko. Il presidente Fabrizio Fornezza ha svolto una interessante relazione al convegno di NetComm Focus Food. I dati commentati da Fornezza mostrano molti aspetti nuovi nel confronto e-commerce vs supermercati della GDO, sono numeri controcorrente sui quali è necessario che la retail community si...


Eumetra/NetComm: nel food l’e-commerce ha diversi problemi da superare

Dicembre 2017. Eumetra Monterosa è una società di ricerche di mercato con diversi ricercatori ex Eurisko. Il presidente Fabrizio Fornezza ha svolto una interessante relazione al convegno di NetComm Focus Food. I dati commentati da Fornezza mostrano molti aspetti nuovi nel confronto e-commerce vs supermercati della GDO, sono numeri controcorrente sui quali è necessario che la retail community si sforzi di ragionare, senza crogiolarsi nel passato, ma analizzando le risposte dei consumatori sulle modalità e le scelte dei loro acquisti.
 
Vediamo in dettaglio i risultati della ricerca di Demetra Monterosa.
 

 
I punti di forza
Nel cibo confezionato vale:
la comodità, la consegna a casa, il prezzo (più evidente che nelle altre segmentazioni).
Nel cibo fresco vale:
la comodità, la consegna a casa, il tempo di consegna, il prezzo
Nel cibo pronto vale:
convenience&time budget: la consegna a casa, la velocità, il tempo di consegna, il prezzo.
 
Come si vede dalla tabella sopra il prezzo non è mai la prima variabile, anzi, arriva sempre dopo diversi item, tranne nel cibo confezionato.
 
I punti critici
nel cibo confezionato: qualità e controllo, prodotti, consegna,
nel cibo fresco: qualità, freschezza, vedere prodotto, controllo merce, consegna,
nel cibo pronto: la qualità del prodotto acquistato, modalità di spedizione, conservazione.
 
La propensione verso l’acquisto on line, ma con una logistica favorevole:
nel cibo confezionato: il mercato potenziale è del 70%, i propensi sono il 42%,
nel cibo fresco: il mercato potenziale è dell’83%, i propensi sono il 24%,
nel cibo pronto: il mercato potenziale è del 75%, i propensi sono il 41%.
 

 
I dati espressi nela tabella qui sopra sono molto interessanti. Nonostante il chiasso mediatico e gratuito sull’e-commerce il supermercato e i ristoranti vicini a casa sono i preferiti da chi risponde alla ricerca di Eumetra. Certo, mancano le segmentazioni per classi demografiche e constatare le preferenze dei millenial.
 
Sono comunque dati sui quali pensare: sia i supermercati, sia i ristoranti hanno investito negli anni sia sul vicinato e la vicinanza al consumatore, con le location, gli assortimenti, le promozioni, il servizio. Hanno accumulato un patrimonio di fedeltà che sicuramente nel tempo si eroderà, ma che appare intatto ancora oggi ed è ancora ampiamente da sfruttare.
 
Chi compra on line, come evidenziato, ha problemi nella qualità dei prodotti acquistati, sia nel poterli vedere fisicamente, sia in alcuni fattori logistici, come ad esempio il confezionamento e il trasporto, meno nella consegna.
 
Sono risultati controcorrente, che sfidano i luoghi comuni oggi validi nei social media, nei giornali, nelle discussioni nei bar e dal parrucchiere.
 
Il problema sta tutto, però, nella capacità di rinnovarsi, raccontarsi e raccontare della GDO e di un po’ tutto il retail, al di là delle promozioni e dei prezzi bassi, che, lo ripetiamo nell’on line non sono al primo posto negli item di acquisto.
 
È una bella sfida.
 
Il futuro della GDO, guardando a questi dati, dipenderà da:
. mantenere intatta la sua attuale credibilità e fidelizzazione,
. nel creare nuovi concept lontani dal concetto di supermercato a pettine che conosciamo,
. nell’avere una offerta realmente locale,
. nel servizio oltre il sorriso (che non c’è quasi mai, al di là della richiesta: ha la carta fedeltà?),
. nell’organizzare nuovi servizi di vicinato,
. nel motivare gli uomini alla vendita e nel front end,
. nel non aprire a vanvera alla domenica o la notte (a meno chè ci sia una vera domanda, e scusate se RetailWatch lo ridice e lo ris-sottolinea: fate come Marcadona, chiudete i negozi la domenica e lasciate tempo libero per i dipendenti).
 
Non è poco, ma si può fare.
Grazie per la lettura

Guadagna un RWcoin

Registrati, accedi al sito e condividi questo articolo su uno di questi social network. Guadagnerai un credito utile per consultare un altro articolo di archivio.

Lascia un commento:



0 Commenti
Non sono presenti commenti
Ultimo sondaggio 02.12.2017
Ricevi i nostri aggiornamenti ogni settimana
Iscriviti alla newsletter
RW Abbonamenti

Il Club

esclusivo

RWcoin

dinamico

Potrebbe interessarti anche...

NetComm: chi compra on line compra anche off line
Tendenze
NetComm: chi compra on line compra anche off...
Che ormai non ci siano (o se volete non ci saranno più) distinzioni nello shopping, on line vs...
di Luigi Rubinelli
09.07.2017
NetComm: ancora pochi i pdv abilitati al reso del click&collect
Ricerche
NetComm: ancora pochi i pdv abilitati al reso...
NetComm ha recentemente analizzato un campione di 44.395 pdv appartenenti a 249 insegne di...
di Eros Casula
28.06.2017
NetComm: continuano i cambiamenti di acquisto nell’on line vs l’off line
Tendenze
NetComm: continuano i cambiamenti di acquisto...
Prosegue lo sviluppo dell’eCommerce italiano: il valore degli acquisti online da parte...
di Luigi Rubinelli
11.05.2017
Il rapporto Qualità/Prezzo? Dimenticatelo, parola di Eurisko/Gfk
Ricerche
Il rapporto Qualità/Prezzo? Dimenticatelo...
Il luogo comune che vuole distanti i senior dai millenial nell’uso dei dispositivi...
di Luigi Rubinelli
23.12.2016
Il rapporto Qualità/Prezzo? Dimenticatelo, parola di Eurisko/Gfk
Ricerche
1 RWCOIN
Il rapporto Qualità/Prezzo? Dimenticatelo...
di Luigi Rubinelli
29.10.2016
Il rapporto Qualità/Prezzo? Dimenticatelo, parola di Eurisko/Gfk
Ricerche
1 RWCOIN
Il rapporto Qualità/Prezzo? Dimenticatelo...
di Luigi Rubinelli
18.09.2016
L’acquisto on line diventa abitudine
Ricerche
1 RWCOIN
L’acquisto on line diventa abitudine
di Eros Casula
21.10.2015
Eurisko: Il made in Italy è un valore?
Scenari
1 RWCOIN
Eurisko: Il made in Italy è un valore?
di Eros Casula
21.09.2014
Lucchi-Eurisko: l'offerta non è figlia della domanda
Scenari
1 RWCOIN
Lucchi-Eurisko: l'offerta non è figlia della...
di Eros Casula
31.01.2014
Fornezza-Eurisko: una marca per amica. Engagement
Scenari
1 RWCOIN
Fornezza-Eurisko: una marca per amica...
di Eros Casula
22.10.2013
Siliprandi-Eurisko: il nuovo paradigma del consumo
Scenari
1 RWCOIN
Siliprandi-Eurisko: il nuovo paradigma del...
di Eros Casula
28.09.2013
Siliprandi-Eurisko: una dialettica per il cambiamento
Scenari
1 RWCOIN
Siliprandi-Eurisko: una dialettica per il...
di Eros Casula
27.09.2013
LOADING