Menu
 
Home Consumatore > Ricerche > Censis: gli italiani, soprattutto i millenial, temono il declassamento sociale
Censis: gli italiani, soprattutto i millenial, temono il declassamento sociale
13.05.2017
Autore
Eros Casula Coordinamento redazionale
Il 67,2% degli italiani (e il 69,3% dei millennials) teme il declassamento sociale. Il 65,4% delle persone appartenenti al ceto medio ha paura di perdere il proprio benessere. Mobilità sociale bloccata e insicurezza diffusa generano il boom del cash cautelativo...


Censis: gli italiani, soprattutto i millenial, temono il declassamento sociale


Maggio 2017. Il 67,2% degli italiani (e il 69,3% dei millennials) teme il declassamento sociale. Il 65,4% delle persone appartenenti al ceto medio ha paura di perdere il proprio benessere. Mobilità sociale bloccata e insicurezza diffusa generano il boom del cash cautelativo
 
La paura del capitombolo sociale
Il 67,2% degli italiani è convinto che oggi sia facile cadere in basso da una classe sociale all'altra. In particolare, il capitombolo sociale è ritenuto facile dal 69,3% dei millennials, dal 67,6% dei baby boomers e dal 63,4% degli anziani. Il 65,4% delle persone che si autodefiniscono ceto medio considera la caduta in basso facile, così come il 67,5% della classe lavoratrice, ma anche il 62,1% dei benestanti.
 
Ascesa sociale, missione impossibile
L'84,7% degli italiani ritiene che oggi sia difficile salire nella scala sociale (per il 52,2% è «molto» difficile). In particolare, è difficile per l'87,3% dei giovani (per il 52,5% è «molto» difficile), per l'85,7% dei baby boomers (per il 53,2% è «molto» difficile), per il 78,8% dei longevi (per il 49,5% è «molto» difficile). Siamo una società di persone convinte di avere sulla testa tetti insuperabili e sotto i piedi pavimenti friabili. Ritengono molto facile salire nella scala sociale quote residuali di giovani (solo il 12,7%) e di baby boomers (il 14,3%). L'ascesa sociale è considerata difficile dall'83,5% delle persone appartenenti al ceto medio, dall'86,6% delle persone che si autocollocano nella classe lavoratrice e anche dal 71,4% dei più abbienti. Niente mobilità in alto e tanta paura di cadere in basso. È questa l'origine dell'insicurezza diffusa che gli italiani provano a curare accumulando cash subito pronto: dal 2007 a oggi è aumentato di 133 miliardi di euro, pari al triplo del Pil di un Paese comunitario come la Croazia.
 
La mobilità sociale verso l'alto di una volta
Gli italiani di oggi hanno alle spalle storie familiari di ascesa sociale. Tra le persone del ceto medio ben il 43,7% proviene da famiglie di livello socio-economico più basso: l'8,5% da famiglie popolari e il 35,2% da famiglie della classe lavoratrice. Per il restante 49,6% della classe media di oggi la famiglia di provenienza apparteneva già al ceto medio e solo il 6,4% proviene da famiglie abbienti. I benestanti attuali provengono per il 35,5% da famiglie del ceto medio e per il 22,6% da famiglie lavoratrici: un eloquente esempio di mobilità sociale verso l'alto. La mobilità sociale verso l'alto era il motore trainante della vitalità economica e sociale. Oggi il blocco verso l'alto e lo scivolo facile verso il basso generano inerzia da paura.
 
Grazie per la lettura

Guadagna un RWcoin

Registrati, accedi al sito e condividi questo articolo su uno di questi social network. Guadagnerai un credito utile per consultare un altro articolo di archivio.

Lascia un commento:



0 Commenti
Non sono presenti commenti
Ultimo sondaggio 26.04.2017
Ricevi i nostri aggiornamenti ogni settimana
Iscriviti alla newsletter
RW Abbonamenti

Il Club

esclusivo

RWcoin

dinamico

Potrebbe interessarti anche...

Censis: nonostante la crisi i consumi mediatici crescono
Ricerche
Censis: nonostante la crisi i consumi mediatici...
Nel 2016 la televisione continua ad avere un pubblico sostanzialmente coincidente con la...
di Eros Casula
18.02.2017
L’ipermercato perde perché è omologato al super?
Ricerche
1 RWCOIN
L’ipermercato perde perché è omologato al super...
di Luigi Rubinelli
09.12.2015
Censis: il food italiano è benessere
Ricerche
1 RWCOIN
Censis: il food italiano è benessere
di Luigi Rubinelli
28.11.2015
Censis: internet combina tempo e denaro
Ricerche
1 RWCOIN
Censis: internet combina tempo e denaro
di Giovanni Esposito
10.10.2015
Censis: cosa fanno le persone su internet
Tendenze
1 RWCOIN
Censis: cosa fanno le persone su internet
di Giovanni Esposito
29.09.2015
Censis: la paura di truffe frena l’e-commerce
Tendenze
1 RWCOIN
Censis: la paura di truffe frena l’e-commerce
di Giovanni Esposito
26.07.2015
Censis: tre nuove società. Torna la lotta di classe
Ricerche
1 RWCOIN
Censis: tre nuove società. Torna la lotta di...
di Giovanni Esposito
22.07.2015
Censis: sarà anche sobrio ma è sempre ceto medio
Ricerche
1 RWCOIN
Censis: sarà anche sobrio ma è sempre ceto...
di Eros Casula
05.04.2015
Censis: le sette giare dell’Italia
Ricerche
1 RWCOIN
Censis: le sette giare dell’Italia
di Antonio Esposito
21.02.2015
Censis: l’azienda più liquida? Gli italiani
Ricerche
1 RWCOIN
Censis: l’azienda più liquida? Gli italiani
di Eros Casula
27.12.2014
Censis: i giovani scelgono i prodotti contraffatti
Ricerche
1 RWCOIN
Censis: i giovani scelgono i prodotti...
di Eros Casula
07.12.2014
Censis: la Movida buona serve ai centri urbani
Ricerche
1 RWCOIN
Censis: la Movida buona serve ai centri urbani
di Eros Casula
20.11.2014
LOADING