Menu
 
Home Retail > Ricerche > Anche nel retail prima viene il rispetto e l’amore: il caso Francia
Anche nel retail prima viene il rispetto e l’amore: il caso Francia
21.04.2017
Autore
Luigi Rubinelli Direttore Responsabile
Toh!, finalmente una bella matrice con nomi e cognomi. Contrariamente a molti convegni dove al posto dei nomi leggiamo retailer 1-retailer 10, questa matrice del percepito dei consumatori francesi racconta chi fa che cosa. Non è una cosa di poco conto: è trasparenza e informazione, merce rara...

Anche nel retail prima viene il rispetto e l’amore: il caso Francia

Marzo 2017. Toh!, finalmente una bella matrice con nomi e cognomi. Contrariamente a molti convegni dove al posto dei nomi leggiamo retailer 1-retailer 10, questa matrice del percepito dei consumatori francesi racconta chi fa che cosa.
Non è una cosa di poco conto: è trasparenza e informazione, merce rara.
 
I migliori nel retail francese
Al di là di fatturati e quote di mercato, la leggibilità di questa matrice è eclatante. Gli assi sono composti da Rispetto e Amore, due termini sconosciuti a molte ricerche di mercato.
Spicca su tutti, ahi ahi, Amazon. Nello stesso quadrante prima Leclerc, poi Auchan ma anche, marginalmente, Lidl e SystemU.
 
Nel quadrante negativo per entrambi le voci: Franprix, Casino, Monoprix, Carrefour e, meno, Intermarchè.
 
È un quadro diverso dai soliti, prima di tutto per la presenta del disruptor Amazon che oltre a conquistare vendite, ha una propria solidità proprio nel rispetto e nell’amore conquistato nei francesi. Le aziende storiche, compreso il vecchio disruptor del retail oltre cortina, Leclerc, arrancano dopo il nuovo venuto.
 
Come ha fatto Amazon a conquistare velocemente questa posizione? Colmando i vuoti lasciati aperti dai suoi competitor: assortimenti ampi e profondi, prezzi convenienti, una promessa di consegna a domicilio in pochissimo tempo, i pannolini scontati al 20% di default. Ma anche: trasparenza, velocità, rispetto del cliente (a questo ha contribuito senz’altro il ritiro dei prodotti senza troppa burocrazia) e amore.
 
L’Amore di Carrefour
La prima volta che ho trovato nelle comunicazioni dei retailer il termine Amore, è stato nel Carrefour di v.le Bezzi a Milano. Termine scivoloso, detto da un commerciante per giunta su ampia scala, ma che va dritto nel cuore delle persone, soprattutto quelle anziane. Un termine da usare con cautela, senza esagerare e soprattutto rendendolo tangibile. È sicuramente una delle prossime frontiere, sperando che gli esperti di marketing lo usino come sinonimo di verità. Come il termine Rispetto, altro termine che si presta a facile usura e a facilissime interpretazioni distorte.
 
Ma con il Rispetto e l’Amore si può andare lontani. Non è vero?
 
Grazie per la lettura

Guadagna un RWcoin

Registrati, accedi al sito e condividi questo articolo su uno di questi social network. Guadagnerai un credito utile per consultare un altro articolo di archivio.

Lascia un commento:



0 Commenti
Non sono presenti commenti
Ultimo sondaggio 26.04.2017
Ricevi i nostri aggiornamenti ogni settimana
Iscriviti alla newsletter
RW Abbonamenti

Il Club

esclusivo

RWcoin

dinamico

Potrebbe interessarti anche...

Nielsen/Linkontro Kaufman-Carrefour: il personale ha un ruolo sociale
In primo piano
Nielsen/Linkontro Kaufman-Carrefour: il...
Per Gregoire Kaufman, Carrefour, il negozio deve recuperare la voglia di far emozionare...
di Luigi Rubinelli
24.05.2017
Carrefour adotta per i pagamenti ApplePay
Tendenze
Carrefour adotta per i pagamenti ApplePay
Carrefour, primo distributore in Europa e secondo nel mondo, offre oggi ai suoi clienti IN...
di Eros Casula
17.05.2017
Tutti, ma proprio tutti, i dati di bilancio 2016 di Amazon
Ricerche
Tutti, ma proprio tutti, i dati di bilancio...
Tutti conoscono e usano Amazon, con questo articolo cercheremo di rispondere alle domande...
di Igino Colella
10.05.2017
Rivoluzione Carrefour: si concentra sull’alimentare. E il non food?
In primo piano
Rivoluzione Carrefour: si concentra sull...
Interessante svolta, figlia dei tempi di Amazon, di Carrefour. L’AD George Plassat, non...
di Luigi Rubinelli
26.04.2017
Amazon ha già uno zoccolo duro del 21% di clienti fedeli
Ricerche
Amazon ha già uno zoccolo duro del 21% di...
Amazon di qui, Amazon di là, Amazon di giù, Amazon di su. Diciamoci la verità, siamo ammalati...
di Luigi Rubinelli
20.04.2017
Amazon introduce in Italia Amazon Pay e chiude il cerchio
In primo piano
Amazon introduce in Italia Amazon Pay e chiude...
Amazon ha annunciato oggi il lancio di Amazon Pay in Italia: viene così offerta ai clienti...
di Eros Casula
18.04.2017
Perché negli Usa resiste nel food il negozio fisico
Ricerche
Perché negli Usa resiste nel food il negozio...
Amazon e gli e-tailer crescono e cresceranno sempre più in tutti i canali di vendita degli Usa...
di Giovanni Esposito
15.04.2017
Anche a Pisa Carrefour allunga l’orario
Merchandising & Promozioni
Anche a Pisa Carrefour allunga l’orario
Ovunque nota per la caratteristica inclinazione della sua “torre” (4,8°...
di Antonello Vilardi
13.04.2017
Come si fa ad operare nell’era di Amazon con lo 0,3% di utile netto?
Ricerche
Come si fa ad operare nell’era di Amazon con lo...
È vero, lo ammettiamo, questo articolo è una provocazione. Però lasciatecela fare, suvvia. Ci...
di Luigi Rubinelli
11.04.2017
Monoprix versus AmazonGo: si lascia il carrello alle casse e i 1 ora…
In primo piano
Monoprix versus AmazonGo: si lascia il carrello...
Che la competizione faccia bene alla business community non c’è dubbio, se poi nella...
di Eros Casula
11.04.2017
Perché negli Usa resiste nel food il negozio fisico
Ricerche
Perché negli Usa resiste nel food il negozio...
Amazon e gli e-tailer crescono e cresceranno sempre più in tutti i canali di vendita degli Usa...
di Giovanni Esposito
08.03.2017
Giuseppe Caprotti: i numeri di Amazon e l’evoluzione dell’e-commerce
In primo piano
Giuseppe Caprotti: i numeri di Amazon e l...
Giuseppe Caprotti è un imprenditore italiano, già AD di Esselunga, figlio di Bernardo Caprotti...
di Luigi Rubinelli
08.03.2017
LOADING