Menu
 
Home Brand & Prodotti > Analisi di branding > La marca del distributore e la marca industriale al bivio del lineare di vendita
La marca del distributore e la marca industriale al bivio del lineare di vendita
12.02.2018
Autore
Silvia Barbieri Contributor
Il tema di oggi riguarda una tendenza in atto che – se confermata – potrebbe cambiare lo scenario in modo sostanziale. Invito tutti a spendere qualche ora dentro a un supermercato: non potrà non notare il progressivo aumento di confezioni firmate da specialisti, piccoli produttori o presunti tali. Soprattutto nell’alimentare, la coesione di uno scaffale fatto dalle grandi marche della categoria, la MDD...


La marca del distributore e la marca industriale al bivio del lineare di vendita


Febbraio 2018. Il tema di oggi riguarda una tendenza in atto che – se confermata – potrebbe cambiare lo scenario in modo sostanziale. Invito tutti a spendere qualche ora dentro a un supermercato: non potrà non notare il progressivo aumento di confezioni firmate da specialisti, piccoli produttori o presunti tali. Soprattutto nell’alimentare, la coesione di uno scaffale fatto dalle grandi marche della categoria, la MDD, la marca del distributore, articolata sulla scala prezzo, un numero ridotto di “specialisti”, è oggi in via di estinzione. Oggi il numero  di “specialisti” cresce e sembra riportare in auge una logica da prodotto: scelgo il prodotto che meglio sposa i miei bisogni, fidandomi della selezione dell’insegna. Non conosco il produttore ma mi fido.
 
Quali sono le implicazioni per la marca del distributore, MDD, e la marca industriale, IDM?
Cominciamo dalla MDD: se lo scaffale si frammenta, si moltiplicano i linguaggi e la strategia del me-too perde chiarezza; la MDD può rispondere investendo sempre più nel servizio, che significa accessibilità, personalizzazione e tanti prodotti freschi che coniugano praticità con qualità e convenienza.
 
E la marca industriale, IDM? Innovazione, democratizzazione di nuove opportunità o standard di qualità, educazione, sembrano essere le fonti della rilevanza.
Stiamo a vedere cosa succede.

Silvia Barbieri
Grazie per la lettura

Guadagna un RWcoin

Registrati, accedi al sito e condividi questo articolo su uno di questi social network. Guadagnerai un credito utile per consultare un altro articolo di archivio.

Lascia un commento:



2 Commenti
Silvia Barbieri
Michele salve,
grazie per il Suo commento. Trovo sempre molto interessante come
sensibilità allenate diversamente colgano letture diverse: io sono abituata ad analizzare soprattutto le percezioni e come queste poi diventano scelte d'acquisto e stili di vita. Lei giustamente ricorda che dentro le percezioni ci sono i prodotti veri, con le loro caratteristiche nutrizionali. Preferisco però non inoltrarmi a giudicare questi aspetti su cui ho la stessa conoscenza della media inesperta delle persone e forse proprio per questo mi risulta facile catturare le percezioni...grazie mille per il Suo contributo
16/02/2018 16.32.22
 
michele osimani
Buongiorno, non e’ una provocazione ne una affermazione...ma un po’ tutte e 2, o forse no, ma...ha mai analizzato il contenuto, l’alimento, della MDD vs quello dell IDM. Perché analizzando i valori nutrizionali, sapore, odore, tatto e consistenza di uno prodotto della MDD, sfido a non trovarlo nel 90% delle volte anche sullo scaffale, un po’ più in là o comunque su uno scaffale di un’altra insegna (all’insaputa o meno del responsabile dell’ MDD ). L’ha notato anche lei? mille grazie, Michele Distinti saluti
15/02/2018 20.33.48
 
Ultimo sondaggio 30.01.2018
Ricevi i nostri aggiornamenti ogni settimana
Iscriviti alla newsletter
RW Abbonamenti

Il Club

esclusivo

RWcoin

dinamico

Potrebbe interessarti anche...

Leondini/Birra Castello: i mezzi di produzione oggi sono in mano ai clienti
Analisi dei prodotti
1 RWCOIN
Leondini/Birra Castello: i mezzi di produzione...
di Eros Casula
26.01.2017
Ricerche
1 RWCOIN
Cosa influenza il processo di acquisto nel...
di Luigi Rubinelli
21.07.2016
La fedeltà alla marca (sia IDM sia GDO) è in diminuzione
Scenari
1 RWCOIN
La fedeltà alla marca (sia IDM sia GDO) è in...
di Giovanni Esposito
22.02.2016
Morace-FCL: il retail oltre l’on/off line
Ricerche
1 RWCOIN
Morace-FCL: il retail oltre l’on/off line
di Luigi Rubinelli
27.01.2016
Gasbarrino-U2/Unes: la MDD è una Marca
In primo piano
1 RWCOIN
Gasbarrino-U2/Unes: la MDD è una Marca
di Luigi Rubinelli
20.01.2016
Pugliese-Conad: la MDD deve puntare sullo sviluppo
In primo piano
1 RWCOIN
Pugliese-Conad: la MDD deve puntare sullo...
di Luigi Rubinelli
20.01.2016
Santambrogio: Gruppo Végé fa da Relais Chateaux
In primo piano
1 RWCOIN
Santambrogio: Gruppo Végé fa da Relais Chateaux
di Luigi Rubinelli
20.01.2016
Zuliani-Conad: c’è un rallentamento sulla qualità
In primo piano
1 RWCOIN
Zuliani-Conad: c’è un rallentamento sulla...
di Luigi Rubinelli
20.01.2016
Marca 2016: gli stand e il posizionamento delle MDD
Merchandising & Promozioni
1 RWCOIN
Marca 2016: gli stand e il posizionamento delle...
di Luigi Rubinelli
19.01.2016
Marzoli-IRi: il retail dovrà lavorare sul mainstream MDD
In primo piano
1 RWCOIN
Marzoli-IRi: il retail dovrà lavorare sul...
di Luigi Rubinelli
19.01.2016
Cristini-UniParma: la MDD può diventare Marca
In primo piano
1 RWCOIN
Cristini-UniParma: la MDD può diventare Marca
di Luigi Rubinelli
19.01.2016
DeCarrere-Carrefour: l’innovazione e il cliente al centro
In primo piano
1 RWCOIN
DeCarrere-Carrefour: l’innovazione e il cliente...
di Eros Casula
19.01.2016
LOADING