Menu
 
Home Brand & Prodotti > Analisi dei prodotti > I prodotti che non restano sugli scaffali almeno 2 anni sono il 16,7%
I prodotti che non restano sugli scaffali almeno 2 anni sono il 16,7%
09.11.2017
Autore
Luigi Rubinelli Direttore Responsabile
Il numero di referenze presenti negli assortimenti e rilevati dagli scanner nella GDO sono più di 200.000...


I prodotti che non restano sugli scaffali almeno 2 anni sono il 16,7%


Novembre 2017. Il numero di referenze presenti negli assortimenti e rilevati dagli scanner nella GDO sono più di 200.000.
 
Fatto 100 il totale degli assortimenti:
. i nuovi prodotti entranti sono il 19,6%,
. i prodotti usciti sono il 16,7%.
 
Eppure i consumatori aspettano i nuovi prodotti sugli scaffali e li premiano con gli acquisti.
 
Secondo dati IRi i prodotti esistenti negli assortimenti che i consumatori conoscono hanno un basso tasso di aumento delle vendite. Sono i nuovi prodotti lanciati nel corso dell’anno che registrano incrementi soddisfacenti, anche sopra il 20%.
 
Valore distrutto
Eppure i prodotti che vengono ritirati dagli scaffali rappresentano il 16,7%. Una incidenza non di poco conto, che deve fare riflettere per lo spreco di investimenti di prodotti-brand che non hanno la capacità di restare a scaffale per due anni.
Evidentemente non si tratta di prodotti che assolvono i bisogni attesi o che semplicemente, sono dei restyling di prodotti o di pack insignificanti e spacciati per nuovi prodotti.
 
I settori con il più alto tasso di turnover assortimentale sono:
. le bevande fresche, 30,8%,
. le specialità per le ricorrenze, 20,6%,
. surgelati, 17,1,
. carni fresche confezionate, 12,8%,
. piatti pronti, specialità freschi, 12,4%,
. yogurt e similari, 11,6%,
. gelati, 11,6%,
. rasatura e depilazione, 10,3%,
. detergenza bucato, 10,1%,
. prodotti per il corpo, 9,2%.
 
Fonte: italiani.coop
Grazie per la lettura

Guadagna un RWcoin

Registrati, accedi al sito e condividi questo articolo su uno di questi social network. Guadagnerai un credito utile per consultare un altro articolo di archivio.

Lascia un commento:



0 Commenti
Non sono presenti commenti
Ultimo sondaggio 03.06.2018
Ricevi i nostri aggiornamenti ogni settimana
Iscriviti alla newsletter
RW Abbonamenti

Il Club

esclusivo

RWcoin

dinamico

Potrebbe interessarti anche...

Il 2018 chiuderà il confezionato con il segno -0,1 secondo IRi
Ricerche
Il 2018 chiuderà il confezionato con il segno...
IRI, leader mondiale nelle informazioni di mercato per il Largo Consumo, il Retail e lo...
di Eros Casula
20.06.2018
Mutti: altro che macro dati, sono più interessanti i micro dati
Analisi dei prodotti
Mutti: altro che macro dati, sono più...
Interessante speach di Francesco Mutti (Ad Gruppo Mutti) a un recente convegno di IRi a Cibus. Il...
di Giovanni Esposito
07.06.2018
Assortimenti della GDO in ampliamento. O in ristrutturazione? O…
Analisi dei prodotti
Assortimenti della GDO in ampliamento. O in...
La tabella di IRi è molto chiara: si stanno ampliando gli assortimenti di tutti i canali della...
di Luigi Rubinelli
05.06.2018
IRi entra nella misurazione continua dell’e-commerce
Ricerche
IRi entra nella misurazione continua dell’e...
IRI, leader mondiale nella gestione di big data, soluzioni analitiche predittive e generazione...
di Eros Casula
30.05.2018
Il tramezzino al supermercato o al bar deve essere uguale a quello di casa mia
Analisi dei prodotti
Il tramezzino al supermercato o al bar deve...
Credo siamo di fronte a una offerta in profonda trasformazione, dice Mario Zani, Dg di...
di Eros Casula
26.05.2018
Le nicchie di prodotto e di categoria saranno il nuovo Mainstream
Analisi dei prodotti
Le nicchie di prodotto e di categoria saranno...
Il ruolo assunto dalle categorie Premium e Superpremium è dovuto al prezzo di vendita. Secondo...
di Giovanni Esposito
25.05.2018
L’efficacia a valore delle promozioni è in stallo
Ricerche
L’efficacia a valore delle promozioni è in...
Bei tempi quelle del 2013, non è vero? Tutto funzionava a meraviglia, ancora, la pressione...
di Luigi Rubinelli
24.05.2018
Tasca-Selex: nel food c’è troppo spazio alla disinformazione
Analisi dei prodotti
Tasca-Selex: nel food c’è troppo spazio alla...
Per stare sul mercato oggi, afferma Maniele Tasca, Dg di Selex, intervenuto in un recente...
di Eros Casula
22.05.2018
Romano-IRi: sia le ½ bottiglie, sia il vino biologico vanno venduti con passione
Analisi dei prodotti
Romano-IRi: sia le ½ bottiglie, sia il vino...
La relazione di Virgilio Romano di IRi sul mercato del vino in Italia è sempre esauriente per...
di Luigi Rubinelli
18.05.2018
L’IDM-Industria di marca ridurrà ancor di più le promozioni di prezzo
Ricerche
L’IDM-Industria di marca ridurrà ancor di più...
L’industria è propensa a ridurre le promozioni di prezzo. Lo rivela un’indagine di...
di Luigi Rubinelli
23.04.2018
Ma i prodotti biologici potranno crescere ancora nella GDO?
Analisi dei prodotti
Ma i prodotti biologici potranno crescere...
I prodotti biologici hanno raggiunto nel 2017 una fatturato di più di 1,3 mld di euro con una...
di Eros Casula
21.03.2018
La forbice dei prezzi fra marca del distributore, MDD, e IDM è debole
Ricerche
La forbice dei prezzi fra marca del...
Le politiche di sviluppo della marca del distributore, MDD, nel retail puntano alla...
di Luigi Rubinelli
07.03.2018
LOADING