Menu
 
Home Brand & Prodotti > Analisi dei prodotti > I prodotti che non restano sugli scaffali almeno 2 anni sono il 16,7%
I prodotti che non restano sugli scaffali almeno 2 anni sono il 16,7%
09.11.2017
Autore
Luigi Rubinelli Direttore Responsabile
Il numero di referenze presenti negli assortimenti e rilevati dagli scanner nella GDO sono più di 200.000...


I prodotti che non restano sugli scaffali almeno 2 anni sono il 16,7%


Novembre 2017. Il numero di referenze presenti negli assortimenti e rilevati dagli scanner nella GDO sono più di 200.000.
 
Fatto 100 il totale degli assortimenti:
. i nuovi prodotti entranti sono il 19,6%,
. i prodotti usciti sono il 16,7%.
 
Eppure i consumatori aspettano i nuovi prodotti sugli scaffali e li premiano con gli acquisti.
 
Secondo dati IRi i prodotti esistenti negli assortimenti che i consumatori conoscono hanno un basso tasso di aumento delle vendite. Sono i nuovi prodotti lanciati nel corso dell’anno che registrano incrementi soddisfacenti, anche sopra il 20%.
 
Valore distrutto
Eppure i prodotti che vengono ritirati dagli scaffali rappresentano il 16,7%. Una incidenza non di poco conto, che deve fare riflettere per lo spreco di investimenti di prodotti-brand che non hanno la capacità di restare a scaffale per due anni.
Evidentemente non si tratta di prodotti che assolvono i bisogni attesi o che semplicemente, sono dei restyling di prodotti o di pack insignificanti e spacciati per nuovi prodotti.
 
I settori con il più alto tasso di turnover assortimentale sono:
. le bevande fresche, 30,8%,
. le specialità per le ricorrenze, 20,6%,
. surgelati, 17,1,
. carni fresche confezionate, 12,8%,
. piatti pronti, specialità freschi, 12,4%,
. yogurt e similari, 11,6%,
. gelati, 11,6%,
. rasatura e depilazione, 10,3%,
. detergenza bucato, 10,1%,
. prodotti per il corpo, 9,2%.
 
Fonte: italiani.coop
Grazie per la lettura

Guadagna un RWcoin

Registrati, accedi al sito e condividi questo articolo su uno di questi social network. Guadagnerai un credito utile per consultare un altro articolo di archivio.

Lascia un commento:



0 Commenti
Non sono presenti commenti
Ultimo sondaggio 30.03.2018
Ricevi i nostri aggiornamenti ogni settimana
Iscriviti alla newsletter
RW Abbonamenti

Il Club

esclusivo

RWcoin

dinamico

Potrebbe interessarti anche...

L’IDM-Industria di marca ridurrà ancor di più le promozioni di prezzo
Ricerche
L’IDM-Industria di marca ridurrà ancor di più...
L’industria è propensa a ridurre le promozioni di prezzo. Lo rivela un’indagine di...
di Luigi Rubinelli
23.04.2018
Ma i prodotti biologici potranno crescere ancora nella GDO?
Analisi dei prodotti
Ma i prodotti biologici potranno crescere...
I prodotti biologici hanno raggiunto nel 2017 una fatturato di più di 1,3 mld di euro con una...
di Eros Casula
21.03.2018
La forbice dei prezzi fra marca del distributore, MDD, e IDM è debole
Ricerche
La forbice dei prezzi fra marca del...
Le politiche di sviluppo della marca del distributore, MDD, nel retail puntano alla...
di Luigi Rubinelli
07.03.2018
Com’è finito il 2017. Tutti dati di IRi
Ricerche
Com’è finito il 2017. Tutti dati di IRi
Ecco tutti i dati più significativi per capire come si è chiuso il 2017...
di Luigi Rubinelli
30.01.2018
Ecco perché i discount (soprattutto Eurospin) hanno successo in Italia
Ricerche
Ecco perché i discount (soprattutto Eurospin...
I discount sono equiparabili a supermercati e ipermercati nella spesa fino a 10 prodotti in un...
di Luigi Rubinelli
25.01.2018
Marzoli/IRi: il pricing delle MDD Premium e l’inefficienza promozionale…
In primo piano
Marzoli/IRi: il pricing delle MDD Premium e l...
RetailWatch ha voluto incontrare in occasione di Marca 2018 Gianmaria Marzoli, Vice president...
di Luigi Rubinelli
24.01.2018
IRi: cosa fa il consumatore “nuovo”. Un cambio repentino
Ricerche
IRi: cosa fa il consumatore “nuovo”. Un cambio...
IRi in una ricerca prima dell’estate mette tra virgolette cosa fa il “nuovo”...
di Luigi Rubinelli
05.10.2017
IRi: buon 2017, meno ansia sociale, ma rimane l’aumento IVA
In primo piano
IRi: buon 2017, meno ansia sociale, ma rimane l...
IRI, ha elaborato le previsioni sull’andamento dei mercati del Largo Consumo...
di Eros Casula
10.08.2017
Il retail britannico assediato dal discount fa cambiare i rapporti IDM-GDO
Analisi dei prodotti
Il retail britannico assediato dal discount fa...
Il retail storico della Gran Bretagna è sotto assedio del discount. Aldi e Lidl hanno proposto...
di Luigi Rubinelli
26.07.2017
GDO versus GSS. Chi vince e chi perde e perchè?
Ricerche
GDO versus GSS. Chi vince e chi perde e perchè?
Il gap assortimentale fra le insegne della GDO e le insegne delle GSS, i category killer, sono...
di Luigi Rubinelli
22.07.2017
I clienti del retail frequentano fino a 5 insegne al trimestre. E la loyalty?
Ricerche
I clienti del retail frequentano fino a 5...
Multicanalità è un termine abusato, come il suo omonimo multichannel-omnichannel. Secondo...
di Luigi Rubinelli
19.07.2017
Il cliente passa più tempo davanti allo scaffale. Attenzione!!!
Tendenze
Il cliente passa più tempo davanti allo...
Nielsen, IRi, GFK, spiegano nelle loro ricerche che il consumatore ha bisogno di più...
di Giovanni Esposito
18.07.2017
LOADING