Menu
 
Home Brand & Prodotti > Analisi dei prodotti > Tempi di lancio dei prodotti IDM vs GDO: sono biblici. E Amazon…
Tempi di lancio dei prodotti IDM vs GDO: sono biblici. E Amazon…
19.10.2017
Autore
Luigi Rubinelli Direttore Responsabile
L’omnicanalità che tutti decantano sembra stia producendo una frattura non indifferente. Proviamo oggi a parlare dei tempi di lancio di un prodotto qualsiasi dell’IDM nel fastmovingconsumergood, FMCG...


Tempi di lancio dei prodotti IDM vs GDO: sono biblici. E Amazon…

Ottobre 2017. L’omnicanalità che tutti decantano sembra stia producendo una frattura non indifferente.
 
Proviamo oggi a parlare dei tempi di lancio di un prodotto qualsiasi dell’IDM nel fastmovingconsumergood, FMCG.
. per lanciare un prodotto in tutti i canali di vendita e nelle tipologie di categoria scelte l’industria di marca deve aspettare almeno un anno: discussioni nelle centrali con il direttore commerciale, i category, la sintonia con le vendite e il marketing, le lungaggini si protraggono nei gruppi associativi per arrivare alla bella cifra di un anno. Nel frattempo l’IDM deve sintonizzare gli spazi pubblicitari e i social.
. Amazon per inserire un prodotto nei suoi cataloghi-siti impiega da 60 a 90 giorni.
 
Voi capite bene che la forbice fra la GDO fisica (e un pochino anche on line) e gli e-tailer è davvero abbondante.
 
Come ridurla?
 
Eh, bella domanda. Lo possono fare le multinazionali grandissime, ma i follower, le PMI? Anche le multinazionali grandissime soffrono nel vedere questa distanza e nel risolvere il problema. Oltre ai tempi della filiera ci sono i costi di referenziamento e promozionali connessi.
 
Questa è la frattura vera, un problema che viene rimandato di anno in anno ma che è contrastato dalla crescita delle-commerce. Fino a quando il vecchio sistema dei contributi terrà? Facciamo un esempio preciso: Ferrero ha subordinato i suoi investimenti al ridisegno del lineare di vendita implementato direttamente dalla sua forza vendita. I maldipancia sono notevoli: come vuoi toccare il dispaly direttamente? È la domanda. Si in cambio delle contribuzioni. E via dicendo con le altre multinazionali: Coca Cola, P&G e tutte le altre grandissime multinazionali. Ora il problema è: la GDO affitta i suoi spazi disegnati orizzontalemte e verticalmente secondo un suo ordine basato sulle categorie, entro le quali devono rispondere anche le MDD, le marche del distributore. Ma quel tempo di 1 anno non è soddisfacente per l’IDM, perché nel frattempo i lanci dei competitor e di qualche copia si susseguono.
 
Meglio andare su Amazon? Questa è un’altra domanda, cresce a due cifre ma la base delle vendite è ancora poca. Fino a quando?
 
Nel fast fashion (abbigliamento) i tempi dalla produzione alla vendita sono compresi nella ventina e qualche giorno in più. Ci sarà pure una via di mezzo, no?
 
Amazon cavalca le consegne delle due ore e del 60 giorni del referenziamento. La consegna a casa del consumatore può essere affrontata e diversi retailer ormai sono pronti, ma i tempi del referenziamento IDM versus GDO?
 
In generale questa pratica si chiama referenziamento (o se volete filiera e se siete cattivi, burocrazia), fino a quando durerà per imprese che hanno portafogli prodotti-brand enormi e di conseguenza costi elevatissimi di gestione? Le grandissime IDM faranno ulteriori pressioni per il cambiamento sulla GDO? Spingeranno per l’Everydaylowprice? Questa ultima soluzione è quella che non dispiace a RetailWatch.
Grazie per la lettura

Guadagna un RWcoin

Registrati, accedi al sito e condividi questo articolo su uno di questi social network. Guadagnerai un credito utile per consultare un altro articolo di archivio.

Lascia un commento:



0 Commenti
Non sono presenti commenti
Ultimo sondaggio 29.06.2018
Ricevi i nostri aggiornamenti ogni settimana
Iscriviti alla newsletter
RW Abbonamenti

Il Club

esclusivo

RWcoin

dinamico

Potrebbe interessarti anche...

Come andrà a finire il retail nei prossimi anni
In primo piano
Come andrà a finire il retail nei prossimi anni
A furia di leggere previsioni e ricerche e ascoltare relazioni sul futuro del retail provo a...
di Luigi Rubinelli
11.08.2018
Perché il consumatore non acquista i freschi nella GDO
Analisi dei prodotti
Perché il consumatore non acquista i freschi...
Le ricerche di mercato (Nielsen, IRi, GFK) raramente mettono in luce i perché i consumatori non...
di Luigi Rubinelli
03.08.2018
I costi per la GDO sono in aumento, si apre un altro fronte?
Ricerche
I costi per la GDO sono in aumento, si apre un...
C’è una voce, quella dei costi, che sta emergendo, nonostante tanti altri indicatori...
di Luigi Rubinelli
02.08.2018
Nei freschi, oltre la GDO, ci sono altri canali, quanto valgono in valore e in volume
Ricerche
Nei freschi, oltre la GDO, ci sono altri canali...
Per gli operativi della GDO contano le insegne, al massimo il canale della ristorazione. Ma...
di Eros Casula
24.07.2018
Carrefour e Pam e Végé invitano la GDO in AiCube
In primo piano
Carrefour e Pam e Végé invitano la GDO in...
Il comunicato stampa rilasciato da AiCube e dai tre soci fondatori (Carrefour e Pam e Végé) è...
di Luigi Rubinelli
12.07.2018
 Brand dell’IDM e delle MDD hanno un futuro certo. A patto che…
Analisi di branding
Brand dell’IDM e delle MDD hanno un futuro...
Dice Guido Cristini, ordinario di marketing operativo e category management all&rsquo...
di Eros Casula
12.07.2018
Il fuori casa è sempre stato prima della GDO. Parola di L. Pellegrini
Ricerche
Il fuori casa è sempre stato prima della GDO...
Recentemente ci siamo occupati del fuori casa, dell’away from home. I dati sono quasi...
di Giovanni Esposito
05.07.2018
La crisi della GDO è iniziata nel 2004, ben prima della Lehman Brothers
Ricerche
La crisi della GDO è iniziata nel 2004, ben...
Per convenzione, per abitudine, per acquiescenza (o più semplicemente perché non si ha tempo...
di Luigi Rubinelli
28.06.2018
 Sconti nella GDO: l’IDM crede che la soglia sia il 42%
Ricerche
Sconti nella GDO: l’IDM crede che la soglia...
Qual è la soglia massima entro la quale i clienti della GDO non modificano i loro...
di Giovanni Esposito
26.06.2018
Gruppo Végé presenta la proximity marketing all’IDM
Merchandising & Promozioni
Gruppo Végé presenta la proximity marketing all...
Ancora una volta Gruppo VéGé si conferma come la realtà nazionale della Moderna...
di Giovanni Esposito
22.06.2018
Ecco le insegne più convenienti del retail italiano: Eurospin, Esselunga, U2 e…
Ricerche
Ecco le insegne più convenienti del retail...
Una recente ricerca di CFI Group sviluppata a Cibus con RetailWatch ha svelato quali sono le...
di Luigi Rubinelli
21.06.2018
Passato, presente e futuro di Unes/U2 studiando slim e frontalino dei prezzi
Analisi dei prodotti
Passato, presente e futuro di Unes/U2 studiando...
È possibile ricostruire la storia e l’evoluzione recente di un supermercato a partire...
di Jose David Ramirez
20.06.2018
LOADING