Menu
 
Home Brand & Prodotti > Merchandising & Promozioni > Come non mettere gli steaker dei prezzi sulla carne, il caso Kadewe
Come non mettere gli steaker dei prezzi sulla carne, il caso Kadewe
01.02.2018
Autore
Luigi Rubinelli Direttore Responsabile
Il titolo lo avete letto bene: come non mettere gli steaker dei prezzi sulla carne. Non mettere. Dove vanno messi?

Come non mettere gli steaker dei prezzi sulla carne, il caso Kadewe

Gennaio 2018. Il titolo lo avete letto bene: come non mettere gli steaker dei prezzi sulla carne. Non mettere. Dove vanno messi?
 
Nei banchi a servizio i prezzi sono messi su un supporto metallico e infilati nel taglio di carne o messi a fianco. A volte si leggono a volte no.
 
Il caso che RetailWatch vuole confrontare è quello di Kadewe, il department store di Berlino, uno dei più famosi al mondo.
 
Nel supermercato al 5 livello il banco a servizio della carne presenta queste caratteristiche:
. è chiaro,
. è ben leggibile,
. è leggibile ogni taglio di carne,
. i prezzi, scritti in grande, sono su uno steaker alla testa dei rispettivi tagli,
. semplice e trasparente.
 
La possibilità di allineare i tagli di carne in questo modo, dipende certamente dallo spazio a disposizione, ma non sempre anche se c’è spazio la ripartizione viene effettuata secondo un metodo. E poi i prezzi non si leggono.
 
È una questione di strategia e di rapporto con la clientela, indipendentemente dal posizionamento assunto e ai prezzi praticati.
Grazie per la lettura

Guadagna un RWcoin

Registrati, accedi al sito e condividi questo articolo su uno di questi social network. Guadagnerai un credito utile per consultare un altro articolo di archivio.

Lascia un commento:



0 Commenti
Non sono presenti commenti
Ultimo sondaggio 03.06.2018
Ricevi i nostri aggiornamenti ogni settimana
Iscriviti alla newsletter
RW Abbonamenti

Il Club

esclusivo

RWcoin

dinamico

Potrebbe interessarti anche...

Kadewe insiste sulla multisensorialità ma con  il mercato
In primo piano
1 RWCOIN
Kadewe insiste sulla multisensorialità ma con...
di Luigi Rubinelli
16.12.2012
LOADING