Menu
 
Home Consumatore > Ricerche > IRi: cosa fa il consumatore “nuovo”. Un cambio repentino
IRi: cosa fa il consumatore “nuovo”. Un cambio repentino
05.10.2017
Autore
Luigi Rubinelli Direttore Responsabile
IRi in una ricerca prima dell’estate mette tra virgolette cosa fa il “nuovo” consumatore. Le vigolette servono a sottolineare probabilmente che di nuovo in sé c’è poco, c’è molto invece negli atteggiamenti che si approfondiscono...

IRi: cosa fa il consumatore “nuovo”. Un cambio repentino

Settembre 2017. IRi in una ricerca prima dell’estate mette tra virgolette cosa fa il “nuovo” consumatore. Le vigolette servono a sottolineare probabilmente che di nuovo in sé c’è poco, c’è molto invece negli atteggiamenti che si approfondiscono.
 
Fedeltà all’insegna. I consumatori cambiano ancor di più il negozio se non trovano quel che cercano, prezzi, promozioni, assortimento, servizio, cortesia, code alle casse lunghe. Un simile atteggiamento dopo un anno dal dato precedente la dice lunga sullo stato d’animo con cui il consumatore va a fare la spesa. È un dato sul quale meditare in modo approfondito.
 
Pagare per innovazione soddisfacente. In 3 anni questo item di ricerca è cresciuto del 66%. Bisogna mettersi d’accordo sul termine innovazione che ha una valenza piuttosto allargata e ognuno la intende come vuole. Innovazione forse per il sentire comune vuol dire nuovo, che non c’era prima, ma la voglia di nuovo va di pari passi con l’ottimismo in aumento e soprattutto con un reddito disponibile maggiore che nel passato.
 
Pianificazione di categoria. I manager della categoria sorrideranno convinti di fornte a un +77% in 7 anni. Vale la categoria e soprattutto chi la guida, i leader. Es: nel cioccolato, nei detersivi, nelle birre, nei freschi e nell’ortofrutta e nei surgelati, dove la riscrittura dello scaffale è stata più profonda che in altre categorie.
 
Tempo davanti allo scaffale. +16”, +74% in sette anni. È un dato cruciale, almeno per chi ha riscritto lo scaffale e la categoria. Ovviamente il consumatore passa più tempo per osservare il prezzo al kg, legge le etichette, confronta i prezzi e le promozioni, si informa, chiede (dove trova il personale). Se passa più tempo davanti allo scaffale dovrebbe passare anche più tempo nel punto di vendita, casse a parte dove i tentativi di restringere il tempo di attesa per pagare ha molte sfaccettature.
 
Insomma: il “nuovo” consumatore vuole davvero capire bene dove e come e perché fa la spesa.
 
Grazie per la lettura

Guadagna un RWcoin

Registrati, accedi al sito e condividi questo articolo su uno di questi social network. Guadagnerai un credito utile per consultare un altro articolo di archivio.

Lascia un commento:



0 Commenti
Non sono presenti commenti
Ultimo sondaggio 29.06.2018
Ricevi i nostri aggiornamenti ogni settimana
Iscriviti alla newsletter
RW Abbonamenti

Il Club

esclusivo

RWcoin

dinamico

Potrebbe interessarti anche...

La crisi della GDO è iniziata nel 2004, ben prima della Lehman Brothers
Ricerche
La crisi della GDO è iniziata nel 2004, ben...
Per convenzione, per abitudine, per acquiescenza (o più semplicemente perché non si ha tempo...
di Luigi Rubinelli
15.08.2018
La crisi della GDO è iniziata nel 2004, ben prima della Lehman Brothers
Ricerche
La crisi della GDO è iniziata nel 2004, ben...
Per convenzione, per abitudine, per acquiescenza (o più semplicemente perché non si ha tempo...
di Luigi Rubinelli
28.06.2018
Il 2018 chiuderà il confezionato con il segno -0,1 secondo IRi
Ricerche
Il 2018 chiuderà il confezionato con il segno...
IRI, leader mondiale nelle informazioni di mercato per il Largo Consumo, il Retail e lo...
di Eros Casula
20.06.2018
Mutti: altro che macro dati, sono più interessanti i micro dati
Analisi dei prodotti
Mutti: altro che macro dati, sono più...
Interessante speach di Francesco Mutti (Ad Gruppo Mutti) a un recente convegno di IRi a Cibus. Il...
di Giovanni Esposito
07.06.2018
Assortimenti della GDO in ampliamento. O in ristrutturazione? O…
Analisi dei prodotti
Assortimenti della GDO in ampliamento. O in...
La tabella di IRi è molto chiara: si stanno ampliando gli assortimenti di tutti i canali della...
di Luigi Rubinelli
05.06.2018
IRi entra nella misurazione continua dell’e-commerce
Ricerche
IRi entra nella misurazione continua dell’e...
IRI, leader mondiale nella gestione di big data, soluzioni analitiche predittive e generazione...
di Eros Casula
30.05.2018
Il tramezzino al supermercato o al bar deve essere uguale a quello di casa mia
Analisi dei prodotti
Il tramezzino al supermercato o al bar deve...
Credo siamo di fronte a una offerta in profonda trasformazione, dice Mario Zani, Dg di...
di Eros Casula
26.05.2018
Le nicchie di prodotto e di categoria saranno il nuovo Mainstream
Analisi dei prodotti
Le nicchie di prodotto e di categoria saranno...
Il ruolo assunto dalle categorie Premium e Superpremium è dovuto al prezzo di vendita. Secondo...
di Giovanni Esposito
25.05.2018
L’efficacia a valore delle promozioni è in stallo
Ricerche
L’efficacia a valore delle promozioni è in...
Bei tempi quelle del 2013, non è vero? Tutto funzionava a meraviglia, ancora, la pressione...
di Luigi Rubinelli
24.05.2018
Tasca-Selex: nel food c’è troppo spazio alla disinformazione
Analisi dei prodotti
Tasca-Selex: nel food c’è troppo spazio alla...
Per stare sul mercato oggi, afferma Maniele Tasca, Dg di Selex, intervenuto in un recente...
di Eros Casula
22.05.2018
Romano-IRi: sia le ½ bottiglie, sia il vino biologico vanno venduti con passione
Analisi dei prodotti
Romano-IRi: sia le ½ bottiglie, sia il vino...
La relazione di Virgilio Romano di IRi sul mercato del vino in Italia è sempre esauriente per...
di Luigi Rubinelli
18.05.2018
L’IDM-Industria di marca ridurrà ancor di più le promozioni di prezzo
Ricerche
L’IDM-Industria di marca ridurrà ancor di più...
L’industria è propensa a ridurre le promozioni di prezzo. Lo rivela un’indagine di...
di Luigi Rubinelli
23.04.2018
LOADING