Menu
 
Home Retail > Ricerche > L’IDM-Industria di marca ridurrà ancor di più le promozioni di prezzo
L’IDM-Industria di marca ridurrà ancor di più le promozioni di prezzo
23.04.2018
Autore
Luigi Rubinelli Direttore Responsabile
L’industria è propensa a ridurre le promozioni di prezzo. Lo rivela un’indagine di Rem Lab. È un cambio di scenario senza precedenti e soprattutto una diversità di azione economica...


L’IDM-Industria di marca ridurrà ancor di più le promozioni di prezzo
 
Aprile 2018. L’industria è propensa a ridurre le promozioni di prezzo. Lo rivela un’indagine di Rem Lab. È un cambio di scenario senza precedenti e soprattutto una diversità di azione economica.
 
Guardate perché leggendo gli investimenti di trade marketing dell’IDM.
 

 
Quindi in cinque anni le promozioni di prezzo hanno perso e perderanno 20 punti.
 
Tiene il volantino ed è il secondo mezzo per esposizione.
 
Il primo mezzo sul quale l’IDM lavorerà è il pdv: le aree promozionali, la visibilità a scaffale, gli spazi temporary.
 
Sorprende l’esiguità degli investimenti in digital trade marketing. È chiaro che fare digital nel b2b è più complesso che nel b2c, ma una volta trovate le chiavi operative il rapporto con i category, i buyer e singoli compratori diventerebbe tutto più semplice.
 
Lasciateci dire la nostra opinione su aspetto non secondario.
Come è ovvio la visibilità a scaffale è studiata sia dall’IDM, sia dai retailer per le loro MDD. Lo scaffale è segnaletico. Nello studiare lo scaffale va attentamente visto, oltrechè il prezzo, anche il pack di prodotto e tutte le informazioni sul pack, sia di marketing sia commerciali, sia di prodotto.
 
Si vedono molto le informazioni commerciali e di marketing pochissimo quelle di prodotto. Sia nelle IDM sia nelle MDD. Eppure le ricerche di mercato di Nielsen, IRi, GFK dicono che il prodotto e la sua funzione d’uso sono importantissime per il cliente.
 
Forse le informazioni di prodotto sono meno importanti per l’IDM e la GDO?
Propenderei per quest’ultima annotazione.
Grazie per la lettura

Guadagna un RWcoin

Registrati, accedi al sito e condividi questo articolo su uno di questi social network. Guadagnerai un credito utile per consultare un altro articolo di archivio.

Lascia un commento:



1 Commenti
Antonello Vilardi
Le "informazioni di prodotto" hanno importanza fondamentale per il terzo operatore (cliente), solo indirettamente per GDO e IDM e comunque in funzione di quanto è come questo "focus" viene "metabolizzato" dai consumatori per rivelarsi poi determinante in fase d'acquisto.

Un ulteriore punto su cui riflettere ed eventualmente iniziare ad adoperarsi è: che via intraprendere per dare veste di immediatezza, organicità, semplicità e intuitività alle "informazioni di prodotto" ?
23/04/2018 12.10.38
 
Ultimo sondaggio 29.06.2018
Ricevi i nostri aggiornamenti ogni settimana
Iscriviti alla newsletter
RW Abbonamenti

Il Club

esclusivo

RWcoin

dinamico

Potrebbe interessarti anche...

Come andrà a finire il retail nei prossimi anni
In primo piano
Come andrà a finire il retail nei prossimi anni
A furia di leggere previsioni e ricerche e ascoltare relazioni sul futuro del retail provo a...
di Luigi Rubinelli
11.08.2018
Perché il consumatore non acquista i freschi nella GDO
Analisi dei prodotti
Perché il consumatore non acquista i freschi...
Le ricerche di mercato (Nielsen, IRi, GFK) raramente mettono in luce i perché i consumatori non...
di Luigi Rubinelli
03.08.2018
I costi per la GDO sono in aumento, si apre un altro fronte?
Ricerche
I costi per la GDO sono in aumento, si apre un...
C’è una voce, quella dei costi, che sta emergendo, nonostante tanti altri indicatori...
di Luigi Rubinelli
02.08.2018
Nei freschi, oltre la GDO, ci sono altri canali, quanto valgono in valore e in volume
Ricerche
Nei freschi, oltre la GDO, ci sono altri canali...
Per gli operativi della GDO contano le insegne, al massimo il canale della ristorazione. Ma...
di Eros Casula
24.07.2018
Carrefour e Pam e Végé invitano la GDO in AiCube
In primo piano
Carrefour e Pam e Végé invitano la GDO in...
Il comunicato stampa rilasciato da AiCube e dai tre soci fondatori (Carrefour e Pam e Végé) è...
di Luigi Rubinelli
12.07.2018
 Brand dell’IDM e delle MDD hanno un futuro certo. A patto che…
Analisi di branding
Brand dell’IDM e delle MDD hanno un futuro...
Dice Guido Cristini, ordinario di marketing operativo e category management all&rsquo...
di Eros Casula
12.07.2018
Il fuori casa è sempre stato prima della GDO. Parola di L. Pellegrini
Ricerche
Il fuori casa è sempre stato prima della GDO...
Recentemente ci siamo occupati del fuori casa, dell’away from home. I dati sono quasi...
di Giovanni Esposito
05.07.2018
La crisi della GDO è iniziata nel 2004, ben prima della Lehman Brothers
Ricerche
La crisi della GDO è iniziata nel 2004, ben...
Per convenzione, per abitudine, per acquiescenza (o più semplicemente perché non si ha tempo...
di Luigi Rubinelli
28.06.2018
 Sconti nella GDO: l’IDM crede che la soglia sia il 42%
Ricerche
Sconti nella GDO: l’IDM crede che la soglia...
Qual è la soglia massima entro la quale i clienti della GDO non modificano i loro...
di Giovanni Esposito
26.06.2018
Gruppo Végé presenta la proximity marketing all’IDM
Merchandising & Promozioni
Gruppo Végé presenta la proximity marketing all...
Ancora una volta Gruppo VéGé si conferma come la realtà nazionale della Moderna...
di Giovanni Esposito
22.06.2018
Ecco le insegne più convenienti del retail italiano: Eurospin, Esselunga, U2 e…
Ricerche
Ecco le insegne più convenienti del retail...
Una recente ricerca di CFI Group sviluppata a Cibus con RetailWatch ha svelato quali sono le...
di Luigi Rubinelli
21.06.2018
Il 2018 chiuderà il confezionato con il segno -0,1 secondo IRi
Ricerche
Il 2018 chiuderà il confezionato con il segno...
IRI, leader mondiale nelle informazioni di mercato per il Largo Consumo, il Retail e lo...
di Eros Casula
20.06.2018
LOADING