Menu
 
Home Retail > Ricerche > Le MDD 2017, marche del distributore, sono tornate ai livelli del 2013
Le MDD 2017, marche del distributore, sono tornate ai livelli del 2013
08.02.2018
Autore
Giovanni Esposito Ospite
Che fatica: destreggiarsi fra una pressione promozionale esasperante e riuscire a tornare ai livelli del 2013 non è stato facile per i manager che stanno regolando il traffico delle MDD…


Le MDD 2017, marche del distributore, sono tornate ai livelli del 2013

Febbraio 2018. Che fatica: destreggiarsi fra una pressione promozionale esasperante e riuscire a tornare ai livelli del 2013 non è stato facile per i manager che stanno regolando il traffico delle MDD…
 
Vediamo perché:


 
Nel 2017 le vendite del 2017 delle MDD hanno superato i 10 mld di vendite e sono a 10,072 mld totali.
 
La quota di mercato è tornata ai livelli del 2013. È di per sé una bella notizia, ma il 2013 è lontano e aveva altri riferimenti e contesti, oggi le MDD con l’aumento delle incidenze delle Premium presentano un assortimento diverso, basta guardare il display.
 
 
287 mio di maggior valore nelle vendite sono attribuibili a 350 tipologie.
 
Se scendiamo ulteriormente nel dettaglio:
. l’ortofrutta ha una quota in valore del 32,1% (sull’ortofrutta bisognerebbe distinguere fra confezionato e sciolto e considerare i numeri della stagionalità),
. nel surgalto le MDD rappresentano quasi il 30% (28,9%),
. in espansione il fresco con il 23,9% dove c’è moltissimo da fare (yogurt a parte, please!),
. drogheria e scatolame sono rispettivamente al 16,5% e al 18,7%
. calma piatta nella cura persona, dove la quota è fissa al 12,8%.
 
. Dati negativi nella cura casa, 22,5%, e petcare, 21,6% dove gli assortimenti e il pricing sono sotto attacco delle GSS, con ben altri assortimenti.
 
Sarebbe interessante studiare il reparto pet food di super-ipermercati versus le GSS dello stesso gruppo: Conad, Finiper e Coop e scroprire come riescono a bilanciarsi…
 
Ricordiamo per ultimo, ma non meno importante che tutti i dati sono riferiti a ipermercati, supermercati e superette soltanto, manca il discount, che ha nelle MDD una delle sue origini e punti di forza. Il discount è assente per la volontà di non consegnare i dati agli analisti. Suvvia: un po’ meno di egoismo commerciale…
 
Nella foto: le MDD di Aldi negli Usa.
Grazie per la lettura

Guadagna un RWcoin

Registrati, accedi al sito e condividi questo articolo su uno di questi social network. Guadagnerai un credito utile per consultare un altro articolo di archivio.

Lascia un commento:



0 Commenti
Non sono presenti commenti
Ultimo sondaggio 30.01.2018
Ricevi i nostri aggiornamenti ogni settimana
Iscriviti alla newsletter
RW Abbonamenti

Il Club

esclusivo

RWcoin

dinamico

Potrebbe interessarti anche...

Per contrastare i discount ci vuole una MDD Mainstream forte, dice Tasca-Selex
In primo piano
Per contrastare i discount ci vuole una MDD...
I distributori oggi e in futuro dovranno scegliere. C’è una sfida di efficienza da fare...
di Luigi Rubinelli
14.02.2018
Coop racconta la MDD, la marca del distributore, con una web serie
Analisi dei prodotti
Coop racconta la MDD, la marca del distributore...
Makkox racconta i 70 anni del prodotto a marchio Coop. Una web serie insolita e fuori dal coro...
di Eros Casula
09.02.2018
Avanzini-Conad: i nomi delle MDD di Conad erano i nomi dei dipendenti. Nel 2018…
In primo piano
Avanzini-Conad: i nomi delle MDD di Conad erano...
Le MDD di Conad, le marche del distributore, sono nate nei piccoli negozi incentrati sui...
di Luigi Rubinelli
27.01.2018
Marzoli/IRi: il pricing delle MDD Premium e l’inefficienza promozionale…
In primo piano
Marzoli/IRi: il pricing delle MDD Premium e l...
RetailWatch ha voluto incontrare in occasione di Marca 2018 Gianmaria Marzoli, Vice president...
di Luigi Rubinelli
24.01.2018
Fochesato/Despar: allargheremo la MDD e rivedremo i format dei negozi
In primo piano
Fochesato/Despar: allargheremo la MDD e...
Despar Italia, consorzio che riunisce sei aziende associate che operano con le insegne Despar,...
di Luigi Rubinelli
23.01.2018
L’evoluzione delle MDD non food: Green Oasis  di U2-Unes
Analisi dei prodotti
L’evoluzione delle MDD non food: Green Oasis...
U2-Unes ha presentato a Marca 2018 l’evoluzione delle MDD, la marca del distributore, del...
di Eros Casula
23.01.2018
Lidl in Germania compara le sue MDD con l’IDM. A suon di prezzi
Ricerche
CONTENUTO CLUB
Lidl in Germania compara le sue MDD con l’IDM...
di Luigi Rubinelli
09.11.2017
The Big Dilemma: MDD o IDM? Il caso della carta
Analisi di branding
The Big Dilemma: MDD o IDM? Il caso della carta
Oggi parliamo di carta igienica: una categoria che si potrebbe erroneamente pensare essere una...
di Silvia Barbieri
06.11.2017
IDM vs MDD: il caso dello scaffale dei legumi
Analisi di branding
IDM vs MDD: il caso dello scaffale dei legumi
I legumi: l’alimento che, insieme ai cereali, godrà di maggiore successo nel prossimo...
di Silvia Barbieri
19.09.2017
MDD o IDM? Quel che conta è lo scaffale e i bisogni
Analisi di branding
MDD o IDM? Quel che conta è lo scaffale e i...
Oggi sono due le voci che si confrontano sulle dinamiche competitive tra marca commerciale e...
di Silvia Barbieri
14.08.2017
Pressione promozionale IDM versus MDD: forse è il caso dell’EDLP
Merchandising & Promozioni
Pressione promozionale IDM versus MDD: forse è...
Sia Nielsen sia IRi dicono che la pressione promozionale nel grocery nel 2016 sta diminuendo. In...
di Giovanni Esposito
19.07.2017
 Il prezzo della marca del distributore, MDD versus l’IDM, è giusto?
Analisi dei prodotti
Il prezzo della marca del distributore, MDD...
La tabella che RetailWatch pubblica oggi spiega che c’è qualche problema nel...
di Luigi Rubinelli
17.07.2017
LOADING