Menu
 
Home Retail > Ricerche > Il consumatore ha sempre meno tempo. Ma il supermercato vuole più tempo
Il consumatore ha sempre meno tempo. Ma il supermercato vuole più tempo
19.03.2018
Autore
Luigi Rubinelli Direttore Responsabile
Come aumentare lo scontrino medio costantemente in ribasso? Questa, probabilmente, è una delle domande che assillano i direttori marketing, vendite e commerciali della GDO...


Il consumatore ha sempre meno tempo. Ma il supermercato vuole più tempo

Marzo 2018. Come aumentare lo scontrino medio costantemente in ribasso? Questa, probabilmente, è una delle domande che assillano i direttori marketing, vendite e commerciali della GDO.
 
Lo scontrino medio della GDO (tutti i canali, compreso il discount) è di 27 euro, in ribasso. Orbene: gli assortimenti (lo dice Nielsen, lo dice IRi) sono in aumento. Veicolare le persone fra 6-8.000 referenze in layout quasi sempre chiusi all’inizio e a pettine (quasi mai aperto) non è semplice. Immaginiamoci lo stato d’animo dei clienti per acquistare 6, 8 prodotti e perdere 20 minuti di tempo. In più c’è l’attesa nei reparti del fresco assistito e alle casse.
 
Non converrebbe, visto che siamo nell’epoca della disruption, cambiare layout e allestimenti dei reparti e dividere il supermercato in:
 
. area della spesa veloce, per acquisti basici, quotidiani e ripetuti nel tempo,
. area della spesa ragionata e lunga, per acquisti settimanali e più?
 
La domanda e la risposta non sono impossibili, anche se costerebbero lacrime e sangue per dividere gli assortimenti.
 
Le librerie hanno già sperimentato questa nuova segmentazione in base ai bisogni e ai desideri dei clienti: il titolo scelto appare anche in 6, 7 posizioni diverse, in scaffali molto distanti fra loro, si tratta di farlo vedere al consumatore e non allargare forzatamente la loro ricerca.
 
Il tutto parte dal tempo. Perdere tempo per comprare di fatto delle commodity non piace più. Allora conviene andare su internet, ordinare il proprio basket, farsi ricordare i precedenti acquisti, acquistare e ritirare o farsi mandare a casa I prodotti da acquistare.
 
La variabile tempo diventerà cruciale nei prossimi anni per:
. la leggibilità del layout,
. la leggibilità delle categorie,
. la leggibilità dello scaffale,
. la leggibilità delle informazioni,
. la leggibilità del prezzo e se proprio volete delle promozioni.
 
Far risparmiare tempo rispondendo a domande precise diventerà un vantaggio competitivo per tutto il retail, fisico e vrtuale.
 
Francamente non si vedono ancora tentativi in questa direzione. Siamo ancora alla costruzione dei punti caldi e freddi di vecchia memoria, con al centro sempre gli stessi reparti, che, per l’amordidio, sono il core business di tutte le insegne, ma non sono più al centro dei bisogni e dei desideri dei consumatori.
 
Con ogni probabilità lo scontrino medio annuale (magari con il prezzo pieno e senza promozioni) aumenterebbe, insieme ai margini e alla fedeltà all’insegna e ai prodotti.
 
Scontrino medio nell’e-commerce
Nell’e-commerce del food lo scontrino medio è di 115,5 euro. La quota di mercato calcolata su 65 mld di euro è del 1,1%. Fonte: Nielsen.
 
Grazie per la lettura

Guadagna un RWcoin

Registrati, accedi al sito e condividi questo articolo su uno di questi social network. Guadagnerai un credito utile per consultare un altro articolo di archivio.

Lascia un commento:



1 Commenti
Antonello Vilardi
DEMATERIALIZZAZIONE può essere il "termine chiave"... si vuole far crescere lo scontrino medio ? Si deve implementare l'assortimento ! Come ? Col servizio... da casa, ora si compra qualsiasi cosa: che si ritiri in negozio, razionalizzando gli spazi e mantenendo solo l'appeal fisico delle classi gastronomiche a servizio...
21/03/2018 13.00.45
 
Ultimo sondaggio 01.10.2018
Ricevi i nostri aggiornamenti ogni settimana
Iscriviti alla newsletter
RW Abbonamenti

Il Club

esclusivo

RWcoin

dinamico

Potrebbe interessarti anche...

Jeff Bezos/Amazon è populista come Salvini e Casaleggio?
Scenari
Jeff Bezos/Amazon è populista come Salvini e...
Devo dire con onestà che quando alla fine del secolo scorso sentii per la prima volta parlare...
di Luigi Rubinelli
03.10.2018
L’Agcm (Antitrust) apre sei istruttorie sul pane di 6 imprese della GDO
In primo piano
L’Agcm (Antitrust) apre sei istruttorie sul...
L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha aperto sei istruttorie nei...
di Giovanni Esposito
27.09.2018
 Il 56% dei consumatori non si fida dei prodotti industriali, sia della GDO sia dell’IDM
Scenari
Il 56% dei consumatori non si fida dei...
In un recente studio di Nielsen (Global health and ingredient-sentiment survey) è possibile...
di Luigi Rubinelli
27.09.2018
Il non food cresce ancora nella GDO, ma non in modo soddisfacente
In primo piano
Il non food cresce ancora nella GDO, ma non in...
Sono pochi i comparti in cui le quote di mercato delle GSA sono rilevanti sul totale: anche...
di Giovanni Esposito
23.09.2018
 Lanci di prodotto: inefficacia promozionale ma anche miopia di mercato
Analisi dei prodotti
Lanci di prodotto: inefficacia promozionale ma...
La tabella che RetailWatch pubblica in questo articolo merita un momento di riflessione per l...
di Luigi Rubinelli
20.09.2018
 Le GSS del non food vanno abbastanza bene, la GDO al confronto flette
Ricerche
Le GSS del non food vanno abbastanza bene, la...
Nei primi mesi del 2018, dopo il vivace risultato del 2017, le vendite della Gdo italiana...
di Luigi Rubinelli
19.09.2018
Caterina Crepax e l’interpretazione dei brand della GDO e dell’IDM
Analisi di branding
Caterina Crepax e l’interpretazione dei brand...
Il tema dell’edizione de Linkontro-Nielsen 2018 è stato: “Near-future landscapes...
di Eros Casula
16.09.2018
I conti della GDO peggiorano, quelli dell’IDM migliorano
Ricerche
I conti della GDO peggiorano, quelli dell’IDM...
A DISPETTO del positivo andamento delle vendite della Gdo dello scorso anno, nel 2017 non...
di Luigi Rubinelli
13.09.2018
Bassi-Pedroni: Coop è diversa dalla GDO. In tutti i sensi
In primo piano
Bassi-Pedroni: Coop è diversa dalla GDO. In...
La Coop è una cooperativa di consumatori, la sua ragione giuridica, le sue finalità, il suo...
di Luigi Rubinelli
10.09.2018
Assortimenti della GDO in ampliamento. O in ristrutturazione? O…
Analisi dei prodotti
Assortimenti della GDO in ampliamento. O in...
La tabella di IRi è molto chiara: si stanno ampliando gli assortimenti di tutti i canali della...
di Luigi Rubinelli
31.08.2018
Quanto vale il mercato dei freschi al di fuori della GDO?
Analisi dei prodotti
Quanto vale il mercato dei freschi al di fuori...
In Italia i Freschi vengono acquistati in 6 canali distributivi: oltre alla GDO, suddivisa in....
di Eros Casula
25.08.2018
Sconti nella GDO: l’IDM crede che la soglia sia il 42%
Ricerche
Sconti nella GDO: l’IDM crede che la soglia sia...
Qual è la soglia massima entro la quale i clienti della GDO non modificano i loro...
di Giovanni Esposito
18.08.2018
LOADING