Menu
 
Home Retail > Ricerche > Nell’e-commerce irrompono 4 mio di persone in più, dei quali 2,5 mio attivi
Nell’e-commerce irrompono 4 mio di persone in più, dei quali 2,5 mio attivi
05.10.2018
Autore
Eros Casula Coordinamento redazionale
Internet e il digitale sono sempre più presenti nelle abitudini di acquisto degli italiani: gli individui multicanale - gli utenti che usufruiscono di servizi di eCommerce o per i quali il digitale ha un ruolo nel proprio percorso di acquisto – sono ormai 35,5 milioni di persone (pari al 67% della...


Nell’e-commerce irrompono 4 mio di persone in più, dei quali 2,5 mio attivi
 
Ottobre 2015.  Internet e il digitale sono sempre più presenti nelle abitudini di acquisto degli italiani: gli individui multicanale - gli utenti che usufruiscono di servizi di eCommerce o per i quali il digitale ha un ruolo nel proprio percorso di acquisto – sono ormai 35,5 milioni di persone (pari al 67% della popolazione sopra i 14 anni), in crescita di sette punti percentuali (p.p.) rispetto ai 31,7 milioni del 2017, dopo cinque anni di stabilità. 
 
A crescere di più, fra gli utenti multicanale, sono gli eShopper, gli individui che utilizzano Internet in tutte le fasi del processo di acquisto, che nel 2018 arrivano a quota 23,1 milioni, con un aumento di 2,5 milioni rispetto ai 20,6 milioni del 2017. All’interno di questo gruppo il segmento più numeroso è ancora quello degli Everywhere Shopper (6,6 milioni), i consumatori più evoluti che si muovono liberamente da un canale all’altro nella loro relazione con i brand, ma la crescita più significativa riguarda i Cherry Picker (+1,9 milioni sul 2017), gli utenti più conservatori e che si affacciano per la prima volta al mondo dell’e-commerce. Risulta invece più contenuto l’incremento del gruppo degli InfoShopper, gli utenti che usano la rete soltanto per informarsi e non per concludere l’acquisto, che nell’ultimo anno sono saliti a 12,4 milioni, 1,3 milioni in più di un anno fa.
 
Sono alcuni dei risultati della ricerca dell’Osservatorio Multicanalità, promosso da School of Management del Politecnico di Milano e Nielsen, presentata questa mattina al Campus Bovisa del Politecnico di Milano durante il convegno “The Touchpoint Evolution: verso la convergenza degli spazi di comunicazione e vendita”.
 
“Dalla ricerca emerge una progressiva convergenza del ruolo degli spazi di comunicazione e vendita – afferma Giuliano Noci, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Multicanalità -. In primo luogo, si riduce sempre più il gap tra il fenomeno dello showrooming (ricerca di informazioni in punto vendita fisico ed acquisto online) e dell’infocommerce (ricerca di informazioni online ed acquisto in negozio fisico), praticati rispettivamente dal 48% e dal 53% degli individui multicanale nel 2018. Tra gli eShopper poi, si diffondono percorsi di acquisto che vedono un impiego sinergico ed ibrido di touchpoint online e offline, utilizzati sia per la ricerca di informazioni che per l’acquisto vero e proprio. Il punto vendita, infine, mantiene una sua centralità nel processo d’acquisto anche per i segmenti più evoluti, ma con una vocazione diversa, che affianca la dimensione esperienziale all’acquisto”.
 
“La fetta di popolazione più matura, che pareva meno affine alla possibilità di cercare prodotti e informazioni online, si è appena affacciata sul mondo multicanale - commenta Christian Centonze, FMCG Solutions Leader di Nielsen -. L’importanza di questo ingresso nella platea del digital shopping, sia esso mero Research-Online-Purchase-Offline o vero e proprio customer journey online, è evidente se si considera che in Italia sono proprio le persone più avanti con l’età ad avere maggiore disponibilità di spesa. Non da meno, oggi la popolazione italiana in rete è rappresentativa dell’intero Paese, non solo da teenager e Millennial. Un passo in avanti nel contesto del digital divide tra Italia e altri membri UE, nonché un motivo in più per intraprendere l’avventura dell’eCommerce per i player nostrani”.
 
 
 
Grazie per la lettura

Guadagna un RWcoin

Registrati, accedi al sito e condividi questo articolo su uno di questi social network. Guadagnerai un credito utile per consultare un altro articolo di archivio.

Lascia un commento:



0 Commenti
Non sono presenti commenti
Ultimo sondaggio 01.10.2018
Ricevi i nostri aggiornamenti ogni settimana
Iscriviti alla newsletter
RW Abbonamenti

Il Club

esclusivo

RWcoin

dinamico

Potrebbe interessarti anche...

Dal risparmio del  tempo alla guerra dell’attenzione. Nel punto di vendita
Ricerche
Dal risparmio del tempo alla guerra dell...
Mentre la bagarre sui prezzi e le promozioni e le offerte impazza il consumatore chiede, oltre...
di Luigi Rubinelli
18.10.2018
L’e-commerce cresce in tutti i settori, ma non nel food
Tendenze
L’e-commerce cresce in tutti i settori, ma non...
Continua il percorso di crescita dell’eCommerce B2c in Italia: il valore degli acquisti...
di Eros Casula
15.10.2018
 Gli italiani sono i più infedeli d’Europa: 6,6 canali visitati in un anno
Ricerche
Gli italiani sono i più infedeli d’Europa: 6,6...
Sotto la spinta di un nuovo sistema di valori e incoraggiati dal reticolo della comunicazione...
di Giovanni Esposito
11.10.2018
Nielsen-PoliMi: le persone vogliono risparmiare tempo e essere considerate
Ricerche
Nielsen-PoliMi: le persone vogliono risparmiare...
Dice Giuliano Noci, Ordinario di marketing e strategie al PoliMi e Responsabile Scientifico...
di Luigi Rubinelli
09.10.2018
La crisi della GDO è iniziata nel 2004, ben prima della Lehman Brothers
Ricerche
La crisi della GDO è iniziata nel 2004, ben...
Per convenzione, per abitudine, per acquiescenza (o più semplicemente perché non si ha tempo...
di Luigi Rubinelli
15.08.2018
Il mainstream non ci sarà più, come le categorie di prodotto
Ricerche
Il mainstream non ci sarà più, come le...
Al pro rettore del Politecnico di Milano, Giuliano Noci, si possono rinfacciare molte cose, ma...
di Luigi Rubinelli
14.08.2018
Per usare i big data del carrello bisogna usare il cervello, non l’ideologia
Ricerche
Per usare i big data del carrello bisogna usare...
Big data nel carrello del largo consumo. Si, ma e però… Meno male che c’è...
di Luigi Rubinelli
12.08.2018
Le centrali di acquisto hanno ancora un valore? Dipende
Ricerche
Le centrali di acquisto hanno ancora un valore?...
La ricostruzione delle centrali di acquisto in Italia di RetailWatch forse pecca per...
di Luigi Rubinelli
06.08.2018
Le centrali di acquisto hanno ancora un valore? Dipende
Ricerche
Le centrali di acquisto hanno ancora un valore?...
La ricostruzione delle centrali di acquisto in Italia di RetailWatch forse pecca per...
di Luigi Rubinelli
12.07.2018
 Il mainstream non ci sarà più, come le categorie di prodotto
Ricerche
Il mainstream non ci sarà più, come le...
Al pro rettore del Politecnico di Milano, Giuliano Noci, si possono rinfacciare molte cose, ma...
di Luigi Rubinelli
10.07.2018
Quando i visitatori dell’e-commerce non finalizzano gli acquisti: mancano i prodotti
Ricerche
Quando i visitatori dell’e-commerce non...
La spesa in advertising online dei merchant eCommerce italiani rimane rivolta prevalentemente...
di Eros Casula
06.07.2018
Per usare i big data del carrello bisogna usare il cervello, non l’ideologia
Ricerche
Per usare i big data del carrello bisogna usare...
Big data nel carrello del largo consumo. Si, ma e però… Meno male che c’è...
di Luigi Rubinelli
01.07.2018
LOADING